AFORISMA

Meglio aggiungere vita ai giorni, che non giorni alla vita
(Rita Levi Montalcini)

EDIZIONI PER VOI

Edizioni per voi: da leggere direttamente.
Alla destra della home-page, potrete sfogliare:
IL PAESE DI FANTASIA, fiaba in versione digitale (E-book)
e le sillogi poetiche:
DANZANDO IN PUNTA DI PENNA (tra versi poetici)
ILLUSIONI
PATCHWORD (ritagli di strofe)
Basta cliccare sulla copertina, e si aprirà il libro digitale
Buona lettura!
Oltre a questi e-book, l'autrice Danila Oppio ha pubblicato altri libri, la cui copertina è visibile sempre alla destra della home-page.

Avviso:
la grafica è stata modificata, poiché la precedente era obsoleta, ma il blog e l'amministratore restano gli stessi!

Nostra Signora del Carmelo

Nostra Signora del Carmelo
colei che ci ha donato lo scapolare

mercoledì 1 febbraio 2012

MA COME SI FA A RUBARE LA SPERANZA?

Io non lo so, ma so di aver "rubato" questo pezzo, dal blog dell'amico Gavino Puggioni "Vagabondo nei pensieri". Spero, Gavino, che tu mi possa perdonare questo furto, ma il tuo grido mi ha talmente colpito, che ho sentita la necessità di pubblicarlo anche qui! Sappiate però che state leggendo parole scritte da un grande poeta e da un uomo estremamente sensibile verso l'umanità.

Ma come si fa a rubare la Speranza?
Oggi si può rubare tutto, la fiducia, l’intimità, lo sguardo, la libertà, l’innocenza, l’identità.
Si può rubare l’anima, il corpo che ne è custode, il cuore che batte inutilmente per qualcuno o qualcosa. Si può rubare anche l’altrui pensiero, miscelando frasi e parole, l’idea e le sue conseguenze, la verità e le bugie, quelle grandi, soprattutto.
Si sta rubando la pace, dovrebbero rubare le guerre!
Ovviamente quel ladro s’impadronirà dell’altrui denaro, di una borsetta strappata alla nonna, di qualche lira-euro sbucata dal generoso banco-mat, ruberà una macchina, una moto,
un caterpillar se non un carrarmato, ruberà un fucile e dieci pecore senza latte.
.
Ma come si fa a rubare la Speranza?
Ma come si fa ad intascare, furtivi, pezzetti di futuro, rivoli di crescita morale, di civiltà, di amore e rispetto per il prossimo, di tutti quei bambini abbandonati che calpestano  la nostra terra, tutta, da nord a sud, da est a ovest, che urlano la loro presenza? Come si fa a dir loro della Speranza se questa è sinonimo di Vita che in loro stessi si deve ricreare perché non sia offuscata e sopraffatta? Ma come si fa a rubare la Speranza a milioni di umani che non ne sono a conoscenza?
.
Chiediamolo allora ai così detti Grandi della Terra che ci governano e, forse, la risposta l’abbiamo già letta e la leggeremo ancora, per chissà quanto tempo, nelle cronache di queste guerre infinite che attanagliano la nostra umanità, da sempre.
E siamo, come dice la storia, in tempo di pace, quindi si potrà rubare di tutto, compreso quella stessa Speranza i cui frutti non serviranno e non meriteranno d’esser consumati.
.

2 commenti:

  1. Che bella sorpresa, Danila, inaspettata. Ti ringrazio e mi ha fatto piacere quello che hai scritto. Gentilissima e carissima
    Gavino

    RispondiElimina
  2. Quando uno scrittore come te, arricchisce l'umanità di sentimenti tanto profondi, non si può ignorarlo. E' un onore per me ospitarti sul questo blog. Grazie Gavino, di esserci!

    RispondiElimina

BENVENUTO|

Il Paradiso non può attendere: dobbiamo già cercare il nostro Cielo qui sulla terra! Questo blog tratterà di argomenti spirituali e testimonianze, con uno sguardo rivolto al Carmelo ed ai suoi Santi