AFORISMA

Meglio aggiungere vita ai giorni, che non giorni alla vita
(Rita Levi Montalcini)

EDIZIONI PER VOI

Edizioni per voi: da leggere direttamente.
Alla destra della home-page, potrete sfogliare:
IL PAESE DI FANTASIA, fiaba in versione digitale (E-book)
e le sillogi poetiche:
DANZANDO IN PUNTA DI PENNA (tra versi poetici)
ILLUSIONI
PATCHWORD (ritagli di strofe)
Basta cliccare sulla copertina, e si aprirà il libro digitale
Buona lettura!
Oltre a questi e-book, l'autrice Danila Oppio ha pubblicato altri libri, la cui copertina è visibile sempre alla destra della home-page.

Avviso:
la grafica è stata modificata, poiché la precedente era obsoleta, ma il blog e l'amministratore restano gli stessi!

Nostra Signora del Carmelo

Nostra Signora del Carmelo
colei che ci ha donato lo scapolare

giovedì 5 aprile 2012

PENSIERINO DI PASQUA 2012 - SANDRO CREMONA


Caravaggio: San Tommaso

Il caro amico Sandro Cremona, ogni anno mi invia i suoi auguri sotto forma di "pensierini". Lo ringrazio tantissimo, e ne approfitto per far girare questo pasquale sul blog!

Pensierino per la Pasqua del 2012

Mesi fa ho visto che un programma che tratta di misteri e simili, aveva una puntata col nome “E se fosse tutto vero?” Dovevano parlare della resurrezione di Gesù. Non ho seguito la puntata, perché quel fatto non può essere trattato come un fatto di cronaca, ma bisogna partire dal presupposto che quel fatto ha stravolto la vita di tutti, ne ha cambiato totalmente il suo termine.

Voglio però presentarvi due episodi che ne certificano la veridicità: uno è Tommaso, che non è presente al primo incontro del Risorto con gli Apostoli e vuole credere solo se vede e tocca. Si penderà una sgridata da Gesù, ma io credo che quel voler mettere il dito nei fori dei chiodi sia stato voluto per noi, perché possiamo citare un testimone che ha creduto non per sentito dire, ma per aver visto e toccato e che poi uscirà in quella espressione straordinariamente bella, Mio Signore e Mio Dio!

Il secondo è il discorso di Pietro alla folla riunita dal fortissimo colpo di vento della Pentecoste, Quel Gesù che avete visto fare miracoli e dare buoni insegnamenti, voi lo avete ucciso, ma Dio lo ha risuscitato! Non credo che sia stato facile per quel pubblico digerire una accusa di omicidio così diretta, per cui ogni parola doveva essere vera, altrimenti Pietro sarebbe stato lapidato all’istante.

Ma torniamo al pensiero iniziale, la resurrezione di Gesù,  non può ridursi alla certificazione di un fatto storico, perché è una notizia che trapassa tutta la nostra vita, stravolgendo completamente il nostro destino ultimo.
Il Padre,  ha inviato il suo Figlio Unigenito che ama da sempre, uomo tra gli uomini, perchè attraverso la sua Passione e Morte li facesse diventare di nuovo suoi figli amati da sempre. Dunque soggetti alla stessa sua sorte. Perciò al termine della nostra  vita,  c’è la certezza del nostro incontro con Colui che ci ha creati e redenti, come c’è stato l’incontro del Risorto con gli uomini.
Gesù,è risorto per assicurarci che la nostra vita non termina al cimitero. Davanti al cadavere di Lazzaro, la sua rivelazione è chiara: La resurrezione e la vita SONO IO, chi crede in me anche se morto vivrà e chiunque vive e crede in me non morirà in eterno!  Una affermazione ripetuta  tre volte, che ci fa capire una verità vitale e fondamentale: la morte, può apparire come un salto in  un abisso coperto di tenebre, un qualcosa  che fa paura; la sua resurrezione invece ci garantisce che è un salto nella luce della felicità eterna!

Se ascoltiamo la Sua voce, vivremo fin da ora una vita che non terminerà mai!

Ed è per questo che non è insignificante augurarci:

                                             BUONA PASQUA!                                    Sandro

PROSEGUE pag 2

Post Scriptum  Quando ero giovane, fu indetto il referendum abrogativo per ripulire la legge sul divorzio. I laici illuminati hanno vinto, pompando sui “casi pietosi” (che peraltro rimanevano garantiti) se una moglie ha il marito violento, mica deve essere obbligata ….. Così è finita 33% a 77% e la legge è rimasta com’era. C’era un movimento (doveva essere Gioventù Studentesca, fondata da don Luigi Giussani per il quale si sta iniziando il processo di beatificazione) che si era dato un gran da fare e che ne era uscita con le corna rotte, una figuraccia. Fecero una grande festa, chissà perchè iniziata  con un canto, uno spiritual, we shall overcame traduco: NOI RISORGEREMO. Davanti a questa notizia, anche la sconfitta più cocente diventa secondaria!

Post post scriptum: ho visto di recente un intervento giornalistico su un Paese dell’Est Europa, dove. in vista delle Olimpiadi stanno “ripulendo” le strade dai cani randagi, uccisi e bruciati  in forni crematori portatili.
Ed ho pensato ai bimbi morti prima di nascere: per loro non ci sono servizi giornalistici, non fotografie che ti muovono a tenerezza…
Ma pensavo che questi bimbi,  dal Paradiso, dove sono nella gloria della resurrezione, continuano a chiederci di cantare a gran voce We shall overcame, we shall overcame some day!! Si, un giorno noi risorgeremo!!


Mi sono dilungato troppo?   Perdonatemi!                           Un abbraccio

Nessun commento:

Posta un commento

BENVENUTO|

Il Paradiso non può attendere: dobbiamo già cercare il nostro Cielo qui sulla terra! Questo blog tratterà di argomenti spirituali e testimonianze, con uno sguardo rivolto al Carmelo ed ai suoi Santi