AFORISMA

Meglio aggiungere vita ai giorni, che non giorni alla vita
(Rita Levi Montalcini)

EDIZIONI PER VOI

Edizioni per voi: da leggere direttamente.
Alla destra della home-page, potrete sfogliare:
IL PAESE DI FANTASIA, fiaba in versione digitale (E-book)
e le sillogi poetiche:
DANZANDO IN PUNTA DI PENNA (tra versi poetici)
ILLUSIONI
PATCHWORD (ritagli di strofe)
Basta cliccare sulla copertina, e si aprirà il libro digitale
Buona lettura!
Oltre a questi e-book, l'autrice Danila Oppio ha pubblicato altri libri, la cui copertina è visibile sempre alla destra della home-page.

Avviso:
la grafica è stata modificata, poiché la precedente era obsoleta, ma il blog e l'amministratore restano gli stessi!

Nostra Signora del Carmelo

Nostra Signora del Carmelo
colei che ci ha donato lo scapolare

martedì 19 marzo 2013

IN ATTESA DELLA PASQUA DI RISURREZIONE




In questa Quaresima abbiamo avuto modo di assistere ad eventi straordinari. Papa Benedetto XVI si è dimesso, c’è stato poi il Conclave, con una ridda di supposizioni su chi avrebbe potuto essere il successore di Pietro. Non abbiamo tenuto conto che è lo Spirito Santo a soffiare nelle menti dei Cardinali, per la scelta del nostro Pontefice. Finalmente la fumata bianca, e un gesuita, di origine italiana ma radicato in Argentina, è stato scelto come Vicario di Cristo in terra. La sua semplicità di linguaggio ci ha colpiti e commossi; il nome che ha voluto portare, quello di Francesco, è rivestito di un grande simbolismo.
Ora abbiamo un Papa che farà Quaresima con noi ed esulterà con noi il giorno della Pasqua del Signore.

Mai, come in questi tempi, ho sentito parole di sfiducia, di indifferenza o addirittura contrarie a Benedetto e a Francesco.

Permane una gran confusione in testa alla gente, anche a quella che si definisce cattolica, ma che forse non ha ben compreso il messaggio evangelico del Signore. Qui riporto quanto mi è stato scritto da persona colta ma, essendo di idee progressiste, speranzosa che questo nuovo Papa possa cambiare qualcosa. La porto ad esempio, poiché tanti hanno espresso la stessa opinione.

Questo Papa a me piace. L’idea della chiesa dei poveri – sarebbe anche ora. Magari anche una chiesa pro diritti civili, diritti delle donne, aborto, nozze gay etc. Speriamo bene.”

E’ questo che si attendono i cattolici? Mi chiedo se hanno mai fatto proprio il Vangelo, mi chiedo se hanno mai compreso il sacrificio della Croce di Gesù, per la salvezza dell’umanità. Allora, a chi mi ha scritto, ho risposto con queste parole:

“La scristianizzazione tende a perseguitare, anche attraverso calunnie, gli uomini di Chiesa, compresi i Papi. Questo accade anche nel mondo cristiano, non solo in quello ateo. Manteniamo le debite distanze tra Chiesa Cattolica, che segue gli insegnamenti di Cristo, dallo Stato laico. La Chiesa non avallerà mai l’aborto, poiché va contro il 5° comandamento: non uccidere. E neppure andrà contro la Bibbia, Dio disse infatti: “andate e moltiplicatevi”, cosa impossibile per una coppia gay. Mentre difende da tempo i diritti delle donne e continua ad occuparsi sempre più seriamente dei poveri. Gesù disse agli Apostoli: siate NEL mondo, ma non siate DEL mondo.
Se la Chiesa si adeguasse al mondo, non sarebbe più la Chiesa che Cristo ha voluto, quando disse a Simon Pietro: “Cefa tu sei Pietro e su questa pietra fonderò la mia Chiesa”. Tutte le altre richieste da parte del mondo, affinché la Chiesa cambi, sono richieste che provengono da Satana, per confondere l’uomo, affinché si allontani dalla via diritta che ha tracciato Cristo. Chi si è discostato dalla Chiesa, o dalla religione cattolica, non può pretendere che la Chiesa cambi secondo i suoi desideri. Chi rifiuta quanto la Chiesa chiede ai suoi figli, non interferisca in ciò cui ha rinunciato. E lasci che la Chiesa continui a portare avanti la Buona Novella, perché per questo è stata voluta dal Figlio di Dio.
Vi domanderete come quanto detto sopra, possa riguardare il periodo Pasquale. Lo riguarda molto da vicino. Un buon cristiano cattolico ha il dovere di dare fiducia al Papa, poiché eletto su guida ed ispirazione dello Spirito Santo. Se Papa Francesco è stato eletto in periodo quaresimale, a mio avviso ha un rilevante significato nella Storia della Chiesa. Gesù ha sofferto allora, nella sua Passione, e sta soffrendo ora, in questi tempi che paiono voler cancellare il cristianesimo. Come?
Col dubbio su molte verità della Chiesa, un male subdolo che s’insinua perfino nelle persone di fede, e sta inquinando il pensiero dei cattolici.
Con l’apostasia di tanti, troppi cattolici, che rifiutano di voler appartenere alla Chiesa.
Ma la più subdola di tutte, è quella convinzione sempre più strisciante anche tra i cattolici, che la Chiesa possa modernizzarsi attraverso l’accettazione dell’aborto, dei matrimoni gay, del divorzio, e di quant’altro,  definito comunemente “diritto civile”.
Per questo ho risposto in modo inequivocabile a quella persona che mi ha scritto quanto sopra. La Chiesa non può e non deve cambiare, non può camminare con i tempi attuali, che sono dissacranti nel modo più difforme: la perdita dei valori, la disgregazione della famiglia, il poco o nullo rispetto per la vita (aborto, eutanasia). Gesù Cristo ha predicato altro, ha lasciato il suo testamento attraverso il Vangelo, ha accettato la condanna alla croce, per salvarci, non per distruggerci. E la Chiesa, se vuol essere coerente con gli insegnamenti del suo Fondatore, non può modificare di una virgola la Parola.
Forse dure queste mie espressioni vi parranno forti, ma in qualche modo vorrei evidenziare l’enorme differenza che corre tra l’essere misericordiosi, caritatevoli, accoglienti verso chi ha problemi esistenziali, e avallare richieste che non sono conformi al volere del Signore. La Chiesa non ha mai voltato le spalle ai divorziati, ai gay, a chi ha voluto o dovuto subire un aborto. La Chiesa è spiritualmente vicina a tutti loro, ma non può cambiare una Aleph, una lettera dell’alfabeto riguardo alla Buona Novella.
Dice Giovanni:
“Venne fra la sua gente, ma i suoi non l'hanno accolto” (Gv 1,11). L'intera vita di Cristo sarà sotto il segno della persecuzione. I suoi condividono con lui questa sorte [Gv 15,20].
E la Chiesa la sta condividendo ora. Perseguitata dagli oppositori di Cristo, o del Papa, ma perseguitata anche da richieste infide e assurde, affinché la Parola possa essere modificata ad uso e consumo dell’uomo, a scapito di Dio.
Preghiamo, preghiamo tanto in questa Settimana Santa, affinché non ci facciamo irretire da idee tendenziose, e possiamo rimanere forti come roccia, con fede rinnovata, incuneati nella Chiesa, di cui siamo figli, grazie al Signore nostro Dio.  Sono infatti persuasa che la richiesta di rinnovamento cui dare adesione, non sia lo stravolgimento nella Chiesa, ma un rinnovamento del cuore, il ritornare alle origini del cristianesimo, il ripercorrere i passi di Gesù, per scoprire che ogni parola del Messia è in difesa totale dei diritti dell’uomo, dal suo concepimento fino al termine della vita terrena. Ma non basta: Gesù ci ha offerto la Vita oltre questa esistenza mortale, e ce ne ha dato prova, morendo e risorgendo per noi. Testimoni sono stati i suoi Apostoli e Discepoli, ai quali dobbiamo credere, pena non essere credibili noi stessi.

Buona Pasqua!
Danila Oppio

Nessun commento:

Posta un commento

BENVENUTO|

Il Paradiso non può attendere: dobbiamo già cercare il nostro Cielo qui sulla terra! Questo blog tratterà di argomenti spirituali e testimonianze, con uno sguardo rivolto al Carmelo ed ai suoi Santi