AFORISMA

Meglio aggiungere vita ai giorni, che non giorni alla vita
(Rita Levi Montalcini)

EDIZIONI PER VOI

Edizioni per voi: da leggere direttamente.
Alla destra della home-page, potrete sfogliare:
IL PAESE DI FANTASIA, fiaba in versione digitale (E-book)
e le sillogi poetiche:
DANZANDO IN PUNTA DI PENNA (tra versi poetici)
ILLUSIONI
PATCHWORD (ritagli di strofe)
Basta cliccare sulla copertina, e si aprirà il libro digitale
Buona lettura!
Oltre a questi e-book, l'autrice Danila Oppio ha pubblicato altri libri, la cui copertina è visibile sempre alla destra della home-page.

Avviso:
la grafica è stata modificata, poiché la precedente era obsoleta, ma il blog e l'amministratore restano gli stessi!

Nostra Signora del Carmelo

Nostra Signora del Carmelo
colei che ci ha donato lo scapolare

lunedì 9 dicembre 2013

Una splendida poesia di Zailla, cara consorella dell'Ordine Secolare della Provincia Lombarda





LA VITA


Morì il mio sposo,
d'improvviso...
tornavamo da un viaggio...
partimmo da casa assieme
vi tornai sola...
Nulla era più
come prima.
Tutto era finito...
il vuoto...
Non più a chi dire...
Non più chi ascoltare.

Un giorno,
dopo tanti giorni,
realizzai
che il vento continuava
la sua corsa tra i prati
come prima
che l'acqua continuava
a scorrere verso il mare
come prima
che il sole continuava 
a nascondersi tra le nubi
come prima
o a risplendere sui tetti delle case
come prima
che la vita e la morte
andavano e venivano
come prima.
Tutto continuava come prima.
La vita !
Di questa vita
così com'è
ringraziai il mio Signore !
   zailla 30 Novembre 2013
(
 16° Anniversario della morte di mio marito )



LA VITA      50449
(Parafrasi su testo di Zailla Tosi)

Partii con lo sposo per un viaggio;
dovetti ritornar a casa sola.
La morte se lo colse all’improvviso.
Tutto cambiò: m’avvolse un grande vuoto
e nel silenzio tutto sprofondò..

Occorse molto tempo per capire
che il vento ancor la corsa proseguiva
tra i prati come il fiume verso il mare;
che il sole tra le nubi si celava
per poi tornar sui tetti delle case;
che morte e vita sempre come prima
sapevan alternarsi intorno a me.

Per questa vita come si presenta
ti volli ringraziare, mio Signor!

(Parma 1-12-2013)

Padre Nicola Galeno




Nessun commento:

Posta un commento

BENVENUTO|

Il Paradiso non può attendere: dobbiamo già cercare il nostro Cielo qui sulla terra! Questo blog tratterà di argomenti spirituali e testimonianze, con uno sguardo rivolto al Carmelo ed ai suoi Santi