AFORISMA

Meglio aggiungere vita ai giorni, che non giorni alla vita
(Rita Levi Montalcini)

EDIZIONI PER VOI

Edizioni per voi: da leggere direttamente.
Alla destra della home-page, potrete sfogliare:
IL PAESE DI FANTASIA, fiaba in versione digitale (E-book)
e le sillogi poetiche:
DANZANDO IN PUNTA DI PENNA (tra versi poetici)
ILLUSIONI
PATCHWORD (ritagli di strofe)
Basta cliccare sulla copertina, e si aprirà il libro digitale
Buona lettura!
Oltre a questi e-book, l'autrice Danila Oppio ha pubblicato altri libri, la cui copertina è visibile sempre alla destra della home-page.

Avviso:
la grafica è stata modificata, poiché la precedente era obsoleta, ma il blog e l'amministratore restano gli stessi!

Nostra Signora del Carmelo

Nostra Signora del Carmelo
colei che ci ha donato lo scapolare

venerdì 12 febbraio 2010

IL PROSSIMO

La Famiglia

Abitualmente si considera famiglia, quella piccola comunità, unita nel Signore, formata da papà e mamma, e dai figli nati dalla loro unione, o dalla scelta  di adozione dettata dal loro amore.
Giusto, di norma questa è l’immagine di un nucleo familiare. Ma non dimentichiamo che ogni casa è il nido di persone unite da legami affettivi e di sangue: due coniugi anziani sono una famiglia, una madre o un padre soli coi figli, a causa di una vedovanza o di una separazione, fratelli che scelgono di condividere l’esistenza sotto lo stesso tetto, persone che un tempo avevano qualcuno da amare, e sono rimaste sole.  E’ sempre famiglia.
E superando certe barriere preconcette, seguiamo i consigli dei Cardinali e dei Vescovi, di accogliere con uno sguardo d’amore anche quelle famiglie che hanno scelto il matrimonio civile, o la convivenza. E se ci sono difficoltà economiche, di relazione, di malattia, non chiudiamoci in un guscio pensando che nessuno può risolverle. Parliamone. Anche il solo fatto di aver condiviso le nostre sofferenze è d’aiuto. Non ci sentiamo soli, qualcuno ci ascolta. Perciò dobbiamo anche saper ascoltare.
Con la crisi economica, molte aziende stanno chiudendo e mettendo in cassa integrazione (alla meno peggio) o licenziando i loro dipendenti.
Questi lavoratori sono spesso padri e madri, ancor giovani e con figli piccoli o adolescenti che devono studiare per crearsi un futuro. Possiamo pensare concretamente di far qualcosa per loro?

La Parrocchia

Da tempo il Cardinale ci aiuta a vedere la Parrocchia come la Famiglia delle famiglie. E’ il luogo dove si impara ad uscire dal proprio “piccolo mondo”, per allargare i nostri orizzonti verso i bisogni essenziali del prossimo.
La Parrocchia può aiutare concretamente chi versa in situazioni difficili. Come? Una proposta potrebbe essere fattibile. Ne riparleremo, ma fin da ora chi può contare su un reddito sicuro, può considerare di prestare aiuto a chi non vive la stessa tranquillità economica. Dobbiamo davvero guardare fuori dalla nostra finestra e non limitarci a commentare le spiacevoli situazioni causate dalla crisi economica. Rimbocchiamoci le maniche e diamo una mano, con tutto l’amore di cui siamo capaci!
E' basilare rendersi conto che non siamo soli, né che dobbiamo chiuderci dentro il nostro piccolo mondo, composto da noi stessi e da qualche persona che ci è particolarmente cara. Guardiamoci intorno: molta gente soffre per malattia, spiritualmente, psicologicamente, economicamente. E poi guardiamoci dentro: cosa abbiamo da offrire agli altri? Tempo - denaro - cure - compagnia - sostegno morale - volontariato - e altro.
Tutto non possiamo fare, ma basta una di queste cose, fatta con il cuore, per alleviare almeno in parte, le sofferenze del prossimo.
E se siamo noi quelli che hanno bisogno di aiuto, di un qualsiasi aiuto? Non chiudiamoci a riccio, non facciamoci prendere da una forma di orgoglio che ci impedisce di esprimere il nostro disagio, parliamone.
Ad un sacerdote, ad un amico che si impegna nelle varie attività parrocchiali, sicuramente saprà indicarci la strada giusta per risolvere, almeno in parte, i nostri guai. Sicuramente ci ascolterà e ci starà vicino.
E CERTAMENTE CAPIREMO DI NON ESSERE PIU' SOLI!
E NON DIMENTICHIAMO CHE ABBIAMO UN AMICO CHE NON CI ABBANDONA MAI:
IL SIGNORE GESU'!
                                                                                   

     

Nessun commento:

Posta un commento

BENVENUTO|

Il Paradiso non può attendere: dobbiamo già cercare il nostro Cielo qui sulla terra! Questo blog tratterà di argomenti spirituali e testimonianze, con uno sguardo rivolto al Carmelo ed ai suoi Santi