AFORISMA

Meglio aggiungere vita ai giorni, che non giorni alla vita
(Rita Levi Montalcini)

EDIZIONI PER VOI

Edizioni per voi: da leggere direttamente.
Alla destra della home-page, potrete sfogliare:
IL PAESE DI FANTASIA, fiaba in versione digitale (E-book)
e le sillogi poetiche:
DANZANDO IN PUNTA DI PENNA (tra versi poetici)
ILLUSIONI
PATCHWORD (ritagli di strofe)
Basta cliccare sulla copertina, e si aprirà il libro digitale
Buona lettura!
Oltre a questi e-book, l'autrice Danila Oppio ha pubblicato altri libri, la cui copertina è visibile sempre alla destra della home-page.

Avviso:
la grafica è stata modificata, poiché la precedente era obsoleta, ma il blog e l'amministratore restano gli stessi!

Nostra Signora del Carmelo

Nostra Signora del Carmelo
colei che ci ha donato lo scapolare

lunedì 13 maggio 2013

COMMUNICATIONES: PAURA IN CENTRAFRICA



Grande insicurezza in Centrafrica
 
Communicationes
P. STEFANO MOLON | BANGUI (12-05-2013).- La situazione in Centrafrica non migliora nonostante che si sia in attesa di un intervento militare dei francesi e delle forze di coalizione africana per una maggiore stabilità. L'anarchia è totale. Gruppi di ribelli, composti per l’80% da giovani provenienti dal Sudan e dal Ciad, saccheggiano, rubano ed ammazzano senza che nessuna autorità riesca a fermarli. Ne sono esenti solo i mussulmani. 

Ieri sera hanno attaccato per la seconda volta il nostro seminario minore di Yolé. Un ribelle ha saltato il muro sorprendendo tutti ed ha iniziato a sparare, poi ha maltrattato e schiaffeggiato i sacerdoti presenti, quindi li ha obbligati ad inginocchiarsi. 

Si è portato via il denaro e i computers e poi se ne andato con i suoi complici.

Nel convento di Bangui, dopo l'assalto di due settimane fa da cui siamo usciti fortunatamente indenni, quasi vittoriosi perché non sono riusciti a portarsi via nessuna delle sei automobili che le nostre missioni ci avevamo dato in custodia, non ci hanno finora disturbati. Tuttavia non mancano paura e rabbia perché attorno a noi non c'è giorno che non attacchino altre missioni. La notte scorsa è toccato al monastero delle benedettine, situato a tre km da noi. Le suore sono state maltrattate e derubate. 

I ribelli sono determinati a farla finita con il cristianesimo e se la prende anche con la povera gente. Molti stanno soffrendo perché hanno perso la casa, se non proprio tutto. I casi sono talmente tanti che occorrerebbero molte pagine per riportarli.

Attualmente sto impartendo alcune lezioni di recupero ad una decina di ragazzi, dal lunedì al venerdì: due ore di francese e di inglese, due ore di lavori manuali e alla fine un piatto di riso con un buon condimento. C'è molta insicurezza: i genitori hanno paura di mandare i propri figli a scuola. La maggior parte dei professori se n’è andata da due mesi per non aver ricevuto il salario. Alcune persone sono state perfino sequestrate. 

Siamo nelle mani di Dio che saprà trarre il bene dal male. Vi chiedo una preghiera per questo paese che ne ha tanto bisogno.

Nessun commento:

Posta un commento

BENVENUTO|

Il Paradiso non può attendere: dobbiamo già cercare il nostro Cielo qui sulla terra! Questo blog tratterà di argomenti spirituali e testimonianze, con uno sguardo rivolto al Carmelo ed ai suoi Santi