AFORISMA

Meglio aggiungere vita ai giorni, che non giorni alla vita
(Rita Levi Montalcini)

EDIZIONI PER VOI

Edizioni per voi: da leggere direttamente.
Alla destra della home-page, potrete sfogliare:
IL PAESE DI FANTASIA, fiaba in versione digitale (E-book)
e le sillogi poetiche:
DANZANDO IN PUNTA DI PENNA (tra versi poetici)
ILLUSIONI
PATCHWORD (ritagli di strofe)
Basta cliccare sulla copertina, e si aprirà il libro digitale
Buona lettura!
Oltre a questi e-book, l'autrice Danila Oppio ha pubblicato altri libri, la cui copertina è visibile sempre alla destra della home-page.

Avviso:
la grafica è stata modificata, poiché la precedente era obsoleta, ma il blog e l'amministratore restano gli stessi!

Nostra Signora del Carmelo

Nostra Signora del Carmelo
colei che ci ha donato lo scapolare

martedì 18 settembre 2012

LA STELLA DAL COLORE VIVISSIMO...


Il logo è stato realizzato secondo le indicazioni delle monache di SanJosé
La stella dal colore vivissimo...
di san Giuseppe ... si è compiuto un disegno di Dio per la vita della Chie- sa. Teresa di Gesù fu lo strumento provvidenziale, la depositaria di un nuovo carisma di vita contem- plativa, che avrebbe pro- dotto tanti frutti."
Proviamo, in questo numero speciale a raccontare  - a più voci, autorevoli e di semplici laici - l’inizio della nostra storia. Sì, perché noi Scalzi siamo nati quel 24 agosto 1562.
Riflettiamo innanzitutto su quanto hanno scritto il nostro padre Saverio Cannistrà ed il Papa. Sen- tiamoci responsabili di questa grande eredità, senza celarci dietro le piccole crisi e incomprensioni.
Il Carmelo Teresiano è un’opera voluta dal Signore, noi siamo i piccoli frutti di una grande semina destinata a fruttificare ancora, sempre di più. Questa celebrazione non è ricordare un evento storico ma la nostra vita.
Stefania De Bonis ocds

Il logo per i 450anni è stato realizzato secondo le indicazioni delle sorelle del convento di San José Dopo i primi bozzetti digitali è nata l'immagine che oggi troneggia in tutti i manifesti e le iniziative per il 450esimo anniversario della fondazione di San Giuseppe.
Il disegno parte della simbiosi tra la cifra che indica gli anni trascorsi dalla fondazione del convento e lo scudo dell'Ordine dei carmelitani scalzi. Gli elementi si fondono graficamente ma l’immagine anche se moderna non si discosta dallo stemma degli Scalzi.
Dal numero quattro parte la croce che si aggiunse nello stemma della riforma per indicazione di san Giovanni della Croce e che si mantiene fino ai nostri giorni. La parte inferiore ricorda, per forma e colore il Monte Carmelo (posto di origine dell'Ordine del Carmelo). Delle tre stelle , una è ingrandita e ingloba le tre cifre, le altre due si dispongono come nello stemma originale.
La scelta di ingrandire una stella ha un significato preciso e non è solo una sfumatura grafica: è ispirato in una frase del Santa sul convento di San José che si trova nella sua Autobiografia: "Un giorno, dopo la comunione, Sua Maestà mi ordinò con decisione di fare quanto era possibile per attuare tale intento, promettendomi che il monastero si sarebbe certo fondato, e che in esso egli avrebbe trovato motivo di compiacimento. Doveva essere dedicato a san Giuseppe che sarebbe stato di guardia a una porta, nostra Signora avrebbe vegliato sull’altra, ed egli, Gesù Cristo, sarebbe stato con noi: così il monastero avrebbe brillato come una stella di vivissimo splendore.” (cap. 32,11). E infine il colore marrone come l’abito dell'Ordine.

Nessun commento:

Posta un commento

BENVENUTO|

Il Paradiso non può attendere: dobbiamo già cercare il nostro Cielo qui sulla terra! Questo blog tratterà di argomenti spirituali e testimonianze, con uno sguardo rivolto al Carmelo ed ai suoi Santi