AFORISMA

Meglio aggiungere vita ai giorni, che non giorni alla vita
(Rita Levi Montalcini)

EDIZIONI PER VOI

Edizioni per voi: da leggere direttamente.
Alla destra della home-page, potrete sfogliare:
IL PAESE DI FANTASIA, fiaba in versione digitale (E-book)
e le sillogi poetiche:
DANZANDO IN PUNTA DI PENNA (tra versi poetici)
ILLUSIONI
PATCHWORD (ritagli di strofe)
Basta cliccare sulla copertina, e si aprirà il libro digitale
Buona lettura!
Oltre a questi e-book, l'autrice Danila Oppio ha pubblicato altri libri, la cui copertina è visibile sempre alla destra della home-page.

Avviso:
la grafica è stata modificata, poiché la precedente era obsoleta, ma il blog e l'amministratore restano gli stessi!

Nostra Signora del Carmelo

Nostra Signora del Carmelo
colei che ci ha donato lo scapolare

sabato 8 febbraio 2014

Communicationes n. 239

Communicationes  N.  239   06  /  02  /  2014     
  
  
INDICE:  
  
-­‐  Primi  passi  della  Missione  carmelitana  in  Zambia  
   -­‐  Approvate  le  virtù  eroiche  di  P.  Zaccaria  di  Santa  Teresa 
    -­‐  Incontro  dei  Formatori  carmelitani  dell'Europa  2014    
 -­‐  Intervista  a  Mons.  Peter  Chung  
Zambia  
Primi  passi  della  Missione  carmelitana  in  Zambia  
Zambia,   6   febbraio   2014   (Communicationes).-­‐   Lo   scorso   17   gennaio   ha   avuto   inizio   la   fondazione   del   Carmelo   Scalzo   in   Zambia.   Infatti   in   quel   giorno   sono   giunti   i   primi   missionari   dalla   provincia   di   Manjummel   (India)   per   fondare   un   Carmelo   nella   diocesi   di   Chipata,   nello   Zambia  orientale.    
All'aeroporto   sono   stati   ricevuti   dal   vescovo   di   Chipata,   Mons.   George   Lungu,   da   alcune   suore   della   diocesi   e   anche   da   2   frati   carmelitani   e   2   suore   Carmelitane   Missionarie   provenienti   dal   Malawi.    
L'arrivo   dei   Padri   John   Balummel,   Paxy   Alumkal,   Gladwil   Maliekkal   e   Robin   Koimakad   è   stato   accolto  con  molta  gioia  da  parte  della  diocesi  di  Chipata.    
Dall'aeroporto   i   fondatori   si   sono   recati   al   Centro   della   Conferenza   Cattolica   di   Lusaka   dove   hanno  celebrato  la  loro  prima  Messa  in  terra  zambese.    
Lo   Zambia   è   un   paese   di   13   milioni   di   abitanti   di   cui   i   cattolici   sono   una   parte   considerevole.     C'è  purtroppo  una  carenza  di  sacerdoti  e  i  pochi  che  ci  sono  devono  far  fronte  ad  un  crescente   aumento  di  quanti  vogliono  far  parte  della  Chiesa  cattolica.    
L'obiettivo   immediato   della   nuova   presenza   carmelitana   è   quello   di   fondare   due   centri   missionari  a  carico  della  Provincia  di    Manjummel.    
  
  
  
  
 P.  Zaccaria  
Approvate  le  virtù  eroiche  di  P.  Zaccaria  di  Santa  Teresa  
Roma-­‐Italia,  6  febbraio  2014  (Communicationes).-­‐    Papa  Francisco  ha  approvato  le  Virtù   eroiche  del  Servo  di  Dio  Zaccaria  di  Santa  Teresa.  
Il   Servo   di   Dio   Zaccaria   di   Santa   Teresa   (Salterian   Vizcarra)   nacque   a   Abadiño,   provincia   di   Biscaglia  (Spagna),  nel  1887.  Entrò  nel  Carmelo  Teresiano  il  10  settembre  1903  e,  dopo  essere   stato  ordinato  sacerdote  nel  1912,  fu  destinato,  insieme  al  celebre  P.  Aureliano  del  Santissimo   Sacramento,  alla  missione  in  India.  Per  45  ininterrotti  anni  rimase  in  quel  paese  che  divenne  la   sua  patria  di  adozione.  La  sua  principale  attività  apostolica  fu  l'insegnamento  come  professore,   prima  nel  Seminario  di  Puthemphaly  e  poi  in  quello  di  Alwaye.  
La  sua  costante  preoccupazione  fu  quella  della  formazione  del  clero  indigeno  e  l'animazione e lo   sviluppo   della   cultura   cattolica   attraverso   molte   pubblicazioni.   A   questo   scopo   fondò   nel   1924  il  movimento  della  "Lega  di  Conversioni␣␣  In  vita  lo  chiamavano  abitualmente  "rifugio  dei   peccatori"   per   la   grande   carità   verso   i   bisognosi   e   per   la   sua   infaticabile   dedizione   al   sacramento  della  Riconciliazione.  Morì  a  Alwaye  il  23  maggio  1957,  alle  tre  e  mezza  dell'alba.  I   suoi  resti  mortali  riposano  nel  monastero  dell'Immacolata  Concezione  a  Manjummel.          
   Formatori  
Incontro  dei  Formatori    carmelitani  d'Europa  
Avila-­‐Spagna,   6   febbraio   2014   (Communicationes).-­‐   Più   di   trenta   formatori   delle   Province   europee   si   sono   riuniti   presso   il   Centro   Internazionale   Teresiano-­‐Sanjuanista   (Avila)   per   un   nuovo  incontro  sul  tema  "Quale  Dio,  quale  uomo:    teologia  e  pedagogia  nel  Carmelo  
Le   conferenze   sono   state   svolte   da   P.   Antonio   Sicari   attorno   ad   alcuni   temi   su   "Quale   Dio,   quale   uomo:      teologia   e   pedagogia   di   Santa   Teresa   di   Gesù,   San   Giovanni   della   Croce   e   Santa   Teresa   dal   Bambino   Gesù".   Ogni   approfondimento   sulle   figure   di   questi   mistici   del   Carmelo   è   stato   accompagnato   da   un   intenso   dibattito   tra   i   partecipanti   tenendo   sempre   presente   l'efficace   ed   integrale   aspetto   della   formazione   dei   futuri   religiosi   e   sacerdoti   dell'Ordine   dei   Carmelitani  Scalzi  d'Europa.  
Oltre  alle  riflessioni  di  Antonio  Sicari,  si  è  svolta  anche  una  sessione  dedicata  alla  tappa  iniziale   della   formazione   carmelitana   denominata   "Postulandato",   in   cui   P.   Tadeusz   Florek   ha   presentato   il   tema   "Il   Postulandato   nei   documenti   della   Chiesa   e   dell'Ordine",   e   P.   Joaquín   Teixeira   quello   del      "Postulandato   nella   Penisola   Iberica␣␣   Nella   seconda   sessione   P.   Vincent-­‐ Marie   Guiraud   ha   condiviso   con   i   presenti   la   realtà   del   Postulandato   come è vissuto nella Provincia  di  Avignone-­‐Aquitania.  
Infine,  tra  i  vari  colloqui  svolti  per  riflettere  sulla    "Formazione  Carmelitana  Europea",  la  Madre   Maestra   del   Monastero   di   Toro  ha offerto un'interessante presentazione  circa  "La   prima   formazione  nel  monastero  di  Toro    

A conclusione del raduno c'è stato tempo per fissare alcune indicazioni circa l'incontro dei giovani
                
 Carmelitani  Europei  che  terrà  ad  Avila  dal  5  al  9  agosto  del  2015.      
  
   Nuovo  Vescovo
   Intervista  a  monsignor  Peter  Chung    
Seul-­‐Corea,   6   febbraio   2014   (Communicationes).   Lo   scorso   4   febbraio   il   nostro   P.   Peter   Chung   è   stato  ordinato  Vescovo  e  già  si  trova  a  Seul  per  assumere  la  nuova  responsabilità  di  Vescovo  ausiliare   di  quella  grande  diocesi.  Attraverso  questa  intervista,  realizzata  dalla  rivista  Obra  Maxima,  possiamo   conoscere   meglio  il nuovo Pastore e il suo atteggiamento nell' affrontare   il   compito   a   servizio   della   Chiesa.  
P.  Peter,  che  cosa  hai  provato  quando  hai  ricevuto  la  notizia  della  nomina  episcopale?  
Dal   momento   in   cui   seppi   della   nomina   per   molte   notti   non   riuscii   dormire   perché   troppo   agitato   e   nervoso,   ma   la   mia   mente,   in   quelle   notti,   diventava   sempre   più   lucida   e   chiara   perché   mi   rendevo conto che c'era veramente  un  intervento  di  Dio  nella  mia  povera  vita.  
Come deve essere   la   vita   ed   il   lavoro   di   un   vescovo?   Qual   è   il   profilo   del   vescovo   nella   Chiesa   di   oggi?  
Non  ho  mai  pensato,  e non c'era motivo  di  pensarlo  fino  ad  ora,  su  come  sarebbe  la  vita  ed  il  lavoro   di   un   vescovo,   ma   a   partire   da   adesso   mi   tocca   cominciare   a   pensarlo.   Immagino,   semplicemente,   che   il   lavoro   di   un   vescovo   sia   piuttosto   impegnativo   per   via   dei   molteplici   incontri   che   deve   tenere   con  tante  persone  e  realtà  ecclesiali.  Probabilmente  il  mondo  e  la  Chiesa  di  oggi    hanno  bisogno  di  un   vescovo  che  parli  poco  ed  ascolti  molto  la  voce  dei  piccoli  e  poveri.    
La   sua   nomina   ha   riempito   di   gioia   tutto   l'Ordine.   Quale   apporto   può   dare   alla   Chiesa,   come   carmelitano  scalzo,  con  questa  nuova  vocazione  a  cui  il  Signore  la  chiama?  
Questo  è  un  aspetto  che  un  po'  mi  preoccupa,  forse  perché  la  diocesi  di  Seul  s'aspetta  da  un  vescovo   carmelitano   una   dimensione   o   un   apporto   piuttosto   spirituale.   Come   discepolo   di   Santa   Teresa   di   Gesù   potrei   accentuare   maggiormente   il   valore   spirituale   della vita in mezzo alla gente d'oggi che, così  facilmente,  si  lascia  trascinare  dalle  cose  esteriori  e  seducenti,  ricordando  loro    le  parole  di  Santa   Teresa:    "Tutto passa, solo Dio resta per sempre. Solo Dio basta. 
Conosciamo  poco  la  realtà  della  Chiesa  della  Corea.  Quali  sono  le  grandi  sfide  della  vostra  Chiesa?  
Stiamo   costatando   che   il   mondo   moderno   è   sempre   più   globalizzato   (e,   in   alcuni   casi,   troppo   in   una   determinata  direzione).  Le  sfide  della  Chiesa  in  Corea  non  sono  molto  diverse  da  quelle  del  resto  del   mondo   e   che   anche   la   Chiesa   europea   è   chiamata   ad   affrontare.   Cito   alcune   sfide:   materialismo,   individualismo,   egoismo,   eccessivo   e   futile   consumismo,   indifferenza   nei   confronti   della   Chiesa,   scarsità  di  vocazioni  sacerdotali    e  religiose.          

Nessun commento:

Posta un commento

BENVENUTO|

Il Paradiso non può attendere: dobbiamo già cercare il nostro Cielo qui sulla terra! Questo blog tratterà di argomenti spirituali e testimonianze, con uno sguardo rivolto al Carmelo ed ai suoi Santi