AFORISMA

Meglio aggiungere vita ai giorni, che non giorni alla vita
(Rita Levi Montalcini)

EDIZIONI PER VOI

Edizioni per voi: da leggere direttamente.
Alla destra della home-page, potrete sfogliare:
IL PAESE DI FANTASIA, fiaba in versione digitale (E-book)
e le sillogi poetiche:
DANZANDO IN PUNTA DI PENNA (tra versi poetici)
ILLUSIONI
PATCHWORD (ritagli di strofe)
Basta cliccare sulla copertina, e si aprirà il libro digitale
Buona lettura!
Oltre a questi e-book, l'autrice Danila Oppio ha pubblicato altri libri, la cui copertina è visibile sempre alla destra della home-page.

Avviso:
la grafica è stata modificata, poiché la precedente era obsoleta, ma il blog e l'amministratore restano gli stessi!

Nostra Signora del Carmelo

Nostra Signora del Carmelo
colei che ci ha donato lo scapolare

sabato 15 dicembre 2012

DELITTI IMPUNITI?


L'altro giorno, non so perché mi è venuta in mente questa idea, ho scritto la poesia che inserisco qui sotto. L'ho fatta leggere a qualcuno, e mi è stato detto: "ma tu saresti cristiana, se evochi la pena di morte?".  Si, in effetti si dovrebbe porgere l'altra guancia, come ha insegnato il Signore, ma...il Signore ha anche detto che chi dà scandalo ad uno solo di questi piccoli, meglio sarebbe si legasse una macina al collo e si buttasse a mare. Scandalo?  Quel che è successo è ancora peggio...quei bambini non ci sono più, stroncata la loro vita da mano assassina e da cervello impazzito.  E penso allo strazio dei genitori...e che tra poco è Natale...sta per nascere il Bambino Gesù, e  a loro sono stati tolti i figli...
Non ho parole, solo un profondo dolore. Ma sono contenta che la parte finale della mia poesia abbia avuto riscontro nella realtà: quel criminale è stato ucciso dalla polizia, per fermare la sua mano assassina, che avrebbe continuato a sparare e sparare e sparare.....Questa volta è avvenuta la catarsi, la giustizia umana ha fatto il suo corso...Niente processi lunghi ed estenuanti, niente pene che poi vengono ridotte e l'assassino esce di galera e magari ne combina altre di peggio...occhio per occhio, dente per dente, perché chi compie delitti contro la vita, non merita di vivere. E se la giustizia facesse il suo dovere, va bene l'ergastolo, ma  che ergastolo sia...non una pena che poi viene commutata in condoni, per grazia o per riduzione di pena. No, chi commette simili brutalità merita di essere rinchiuso e che venga buttata via la chiave. Non ho misericordia per coloro che compiono gesti bestiali. Non ce l'ho. E se questo è un peccato...spero che Dio mi perdoni! Se ho avuto una premonizione (questa poesia è già stata pubblicata due giorni fa sul blog poetico http://gironzolandotralenuvole.blogspot.it/) spero di non averne più di questo genere! Sentivo qualcosa nell'aria? Pare che se una farfalla vola in Brasile, l'effetto del suo volo arrivi in Europa...il mio pensiero, come volo di farfalla, è arrivato nel Connecticut? 
Mi auguro di no!!


DELITTI IMPUNITI

Ho rabberciato il mio cuore sconfitto
Da uno spigolo acuto di uomini ignobili
Non conosco odio, ma profonda pietà
Per una parte di mondo privo d’umanità

Ho steso un velo di cenere grigia
Su gente che abusa, soprusa, confusa
Forse sopraffatta da una mente malata
Ripiena della propria tronfia albagia

Ho messo una sterile garza
Pensando che, medicato il mio cuore
Possa guarire dal profondo dolore
Causato da azioni disumane

Provo pietà, dolore, lacerazione interiore
L’odio non mi appartiene, ma penso
Che il diffuso male dell’uomo sia denso
Di’intrinseci e laceranti significati

In fondo, o forse in superficie
Sono essi un po’ bestie, e non animali
Poiché l’anima accompagna ragione
Mentre i mostri hanno lacune abissali

Non odio, però di continuo mi chiedo
Come possa esistere umana sorte
Capace di tanti misfatti, non vedo
Significato alla loro vita:  a morte!

E che Dio mi perdoni!

Danila Oppio








2 commenti:

  1. Tutto quello che hai scritto, e in prosa e in poesia, è scrittura di persona che sa di umanità, quella universale che deve abitare in ognuno di noi, che sia cristiano o ateo.
    Di vita, e molto breve, ce n'è una, l'altra abiterà l'infinito che nessuna scienza ha ancora scoperto.
    Grazie Danila
    Gavino

    RispondiElimina
  2. Grazie a te del commento...anche la tua poesia, che ho pubblicato qui sotto, è splendida conferma della tua grande umanità!

    RispondiElimina

BENVENUTO|

Il Paradiso non può attendere: dobbiamo già cercare il nostro Cielo qui sulla terra! Questo blog tratterà di argomenti spirituali e testimonianze, con uno sguardo rivolto al Carmelo ed ai suoi Santi