AFORISMA

Meglio aggiungere vita ai giorni, che non giorni alla vita
(Rita Levi Montalcini)

EDIZIONI PER VOI

Edizioni per voi: da leggere direttamente.
Alla destra della home-page, potrete sfogliare:
IL PAESE DI FANTASIA, fiaba in versione digitale (E-book)
e le sillogi poetiche:
DANZANDO IN PUNTA DI PENNA (tra versi poetici)
ILLUSIONI
PATCHWORD (ritagli di strofe)
Basta cliccare sulla copertina, e si aprirà il libro digitale
Buona lettura!
Oltre a questi e-book, l'autrice Danila Oppio ha pubblicato altri libri, la cui copertina è visibile sempre alla destra della home-page.

Avviso:
la grafica è stata modificata, poiché la precedente era obsoleta, ma il blog e l'amministratore restano gli stessi!

Nostra Signora del Carmelo

Nostra Signora del Carmelo
colei che ci ha donato lo scapolare

venerdì 4 giugno 2010

CIELO AL CREPUSCOLO

Mi rivolgo a tutte le signore che lavorano, siano esse casalinghe, che donne in carriera!! Una vita frenetica, tante cose da fare, corri di qui e di là, cercando di acchiappare il tempo, come fosse una mosca dispettosa che non si ferma mai, e ci lascia sfinite! Allora si pensa alle meritate vacanze, che spesso sono dei veri e propri tour-de- force: viaggi stressanti, sport faticosi, mille cose da vedere, cento divertimenti da ricercare.....e si torna al quotidiano, più stanche di prima. Ma se invece ci prendessimo una pausa, soffermandoci a meditare sulla nostra vita, se tutto quello che facciamo sia davvero importante, o se non sarebbe meglio dare un giro di vite a certe attività che non sono necessarie? Proviamo a pensare a quanto tempo abbiamo dedicato al nostro Creatore, se mai lo abbiamo ringraziato per tutte le cose belle che ci ha donato, a partire dalla nostra stessa esistenza. Quante volte gli abbiamo parlato, raccontandoGli dei nostri problemi, preoccupazioni, dolori, ma anche delle nostre gioie, dei momenti belli che abbiamo gustato? Quante volte ci siamo soffermate a cogliere i segni che Lui spesso ci manda, piccoli segni che non abbiamo notato, prese dalle nostre quotidiane faccende? Eppure ogni giorno il nostro migliore Amico ci parla attraverso le persone, i fatti, la natura! 
Conosco una signora il cui animo sensibile arriva a riconoscere i messaggi che provengono dal Cielo. Uno di questi lo ha impresso come un quadro, in una poesia davvero toccante. E' scritta in spagnolo, e non oso  tradurla, perché ne cambierebbe la cadenza musicale. Tra tutte le attività svolte  finora, non avete studiato questa dolce lingua? Pazienza, fatevi tradurre la poesia da qualcuno che conosce lo spagnolo, sarà un modo per dialogare su qualcosa che tocca il cuore e l'anima!!

Cielo al atardecer



Pincel que utilizas colores desordenados ,
con pinceladas de varios colores matizados,
                               estàs tratando de dibujar en el cielo azulado,
  lo que Dios tacitamente te ha comandado .

Pincel que logras ordenar en el cielo azulado,
los colores matizados: blanco, gris, rosado,
 y otros colores mezclados al anaranjado.

Pincel, si tu pudieras ver lo que has realizado
  en este atardecer con tus colores matizados:
 tenìa razòn el Pintor, cuando te lo ha ordenado
y tu obedeciendolo, lo has dejado abismado

Nelly Irene Zita Garcìa

Questo volevo dire! Fermarsi a guardare un bel tramonto, o i colori del crepuscolo (atardacer), o un panorama incantevole, e non limitarsi a dire: che bello!! Quale pittore, quale architetto, quale scultore ha realizzato tutto ciò? Il Pittore, l'Architetto, lo Scultore per eccellenza: DIO! Allora, attardarsi ad ammirare i colori della natura, può essere l'occasione per dialogare con il Padre, con il Figlio e con lo Spirito che li unisce di un Amore indissolubile, e con la Madre che li ama immensamente! Il dialogo, in questa cornice, nasce quasi immediato, e riempie talmente l'anima, che il desiderio di ritornare a parlare con Gesù  si fa urgente, necessario, indispensabile! E continua in Chiesa, tra le mura domestiche, mentre si svolge l'attività lavorativa: basta un attimo....." Gesù, sono qui, ti sento vicino, ti offro la mia giornata, so che non mi abbandonerai"....."Madre Santa, grazie per il dono del Figlio, confido in te, so che mi ami come una figlia, aiutami a superare le difficoltà del giorno, e ad apprezzare le gioie (le grazie) che provengono dal Padre". Non è poi così difficile cominciare così, il nostro cuore ci detterà tutto il resto.  Dopo una pausa, un seppur breve colloquio con il Cielo, ma ripetuta più volte nella giornata, ci sentiamo accompagnate, non più sole a lottare con le quotidiane preoccupazioni.  E poco a poco, impareremo a distinguere i segni che il Signore ci invia, e allora è pura gioia, nel saperli scoprire e riuscire a comprendere il linguaggio con cui Lui ci parla, ci è vicino, ci assiste.  Siatene certe, le fatiche non pesano più così tanto, riusciremo ad affrontare ogni cosa con uno spirito nuovo, lasciando che la nostra anima riposi in Dio.

Nessun commento:

Posta un commento

BENVENUTO|

Il Paradiso non può attendere: dobbiamo già cercare il nostro Cielo qui sulla terra! Questo blog tratterà di argomenti spirituali e testimonianze, con uno sguardo rivolto al Carmelo ed ai suoi Santi