AFORISMA

Meglio aggiungere vita ai giorni, che non giorni alla vita
(Rita Levi Montalcini)

EDIZIONI PER VOI

Edizioni per voi: da leggere direttamente.
Alla destra della home-page, potrete sfogliare:
IL PAESE DI FANTASIA, fiaba in versione digitale (E-book)
e le sillogi poetiche:
DANZANDO IN PUNTA DI PENNA (tra versi poetici)
ILLUSIONI
PATCHWORD (ritagli di strofe)
Basta cliccare sulla copertina, e si aprirà il libro digitale
Buona lettura!
Oltre a questi e-book, l'autrice Danila Oppio ha pubblicato altri libri, la cui copertina è visibile sempre alla destra della home-page.

Avviso:
la grafica è stata modificata, poiché la precedente era obsoleta, ma il blog e l'amministratore restano gli stessi!

Nostra Signora del Carmelo

Nostra Signora del Carmelo
colei che ci ha donato lo scapolare

sabato 12 ottobre 2013

Compleanno di Edith Stein (S. Teresa Benedetta della Croce)

Ricevo da Padre Nicola Galeno


Compleanno di Edith Stein (S. Teresa Benedetta della Croce)
12 ottobre 1891


COMPLEANNO     48946

Dodici ottobre: viene al mondo un astro,
che ancora deve tutto il suo fulgore
pur nella Chiesa stessa dispiegare...

(Montechiaro 11-10-2013), P. Nicola Galeno


CENNI BIOGRAFICI SU EDITH STEIN
(S. TERESA BENEDETTA DELLA CROCE)


12 ottobre 1891

Edith Stein nasce a Breslavia, città capoluogo della Slesia, politicamente appartenente allora alla Germania, oggi alla Polonia. Il padre, Sigfrido, è commerciante in legname; la madre si chiama Angusta Courant. Edith è l'ultima di otto figli (altri tre erano morti in tenera età). La famiglia è di razza e fede ebraica (sono ebrei tedeschi, come Edith terrà a sottolineare). Quel 12 ottobre ricorre la festa ebraica del Kippur, dell'espiazione; Edith interpreterà questo fatto come un segno.

Luglio 1893

Muore il padre; la madre, una donna forte ed energica, guida con decisione la famiglia e l'azienda, che si risolleva e prospera.

Ottobre 1897-1911

Studi presso la Victoriaschule di Breslavia (dalle elementari al liceo). I risultati sono ottimi; nel  1904, tuttavia, Edith attraversa un periodo di inquietudine e di crisi; non vuole più studiare e passa sei mesi in casa della sorella Elsa ad Amburgo.

Marzo 1911
    
Supera brillantemente gli esami di licenza liceale.               

1911-1913

Studi universitari a Breslavia per quattro semestri (germanistica, storia e psicologia).

Aprile 1913

Trasferimento all'Università di Gottinga per poter seguire le lezioni di Edmund Husserl.

1913-1915

Studi di filosofia a Gottinga.

1915

Per qualche mese, presta servizio come infermiera all'ospedale militare per malattie infettive di Märisch-Weißkirchen in Moravia.

3 agosto 1916       

Tesi di dottorato in filosofìa, su // problema dell'empatia. Poi, fino ad ottobre, Edith insegna alla Victoriaschule di Breslavia.

1° ottobre 1916

Segue Husserl, come sua assistente, all'Università di Friburgo, fino al 1921.                                          

1917               

Visita alla vedova di Adolph Reinach; prima esperienza della "potenza della Croce".

Estate 1921

Lettura della Vita di s. Teresa d'Avila e conversione.

1° gennaio 1922

Riceve il Battesimo e la Prima Comunione.

1923-1931

 II suo direttore spirituaie non le permette di entrare al Carmelo, secondo il desiderio che era nato in lei già al momento delia conversione. Per dieci anni, insegna lingua e letteratura tedesca presso l'Istituto magistrale delle domenicane di Spira, il S. Maria  Maddalena. Intanto, continua gli studi filosofici approfondendo la  sua conoscenza di s. Tommaso d'Aquino (del quale traduce le questioni Sulla verità); inizia anche la stesura di un'opera filosofica di grande impegno, Atto e potenza.


Pasqua 1928

Segue le funzioni della Settimana Santa presso l'amata abbazia benedettina di Beuron, cosa che farà anche negli anni seguenti. L’arciabate di Beuron, P. Raphael Walzer, è il suo nuovo direttore spirituale.

1929

A partire da questo anno, ha un’attività piuttosto intensa di conferenziera.

Marzo 1931

Lascia l'insegnamento di Spira per dedicarsi con più libertà agli studi filosofici.

Aprile 1932

Inizia un insegnamento di tipo universitario presso l'Istituto di pedagogia scientifica di Münster.

Febbraio 1933

A causa dell'ascesa al potere di Hitler e delle nuove leggi di discriminazione razziale, è obbligata a lasciare l'Istituto di Münster. Rifiuta l'offerta di un insegnamento in Sudamerica.

30 aprile 1933

Durante I'adorazione davanti al SS, Sacramento, ottiene la certezza interiore di dovere ormai seguire la sua vocazione al Carmelo, II suo direttore spirituale non si oppone più. Pensa di chiedere una udienza privata a Papa Pio XI per una enciclica contro ia persecuzione degli ebrei.

Luglio-agosto 1933          

Passa un mese al Carmelo di Colonia-LindenthaI, vivendo in foresteria, ma partecipando alla preghiera
comune.

Agosto-ottobre 1933

Visita a Breslavia, dalla mamma, per prepararla al suo ingresso in monastero, ormai prossimo.

14 ottobre 1933

Entra nel Carmelo di Colonia.

15 aprile 1934

Vestizione. II suo nome religioso è Suor Teresa Benedetta della Croce.

21 aprile 1935

Prima professione, il giorno di Pasqua. Riprende e termina (1936) la redazione della sua opera filosofica maggiore, col titolo Essere finito ed essere eterno.

14 settembre 1936         .

Morte della mamma. Negli ultimi tempi, era arrivata a scrivere qualche parola di saluto (Edith le scriveva settimanalmente) ed era andata a vedere il luogo in cui si progettava di fondare il Carmelo di Breslavia.

Natale 1936

Battesimo della sorella Rosa al Carmelo di Colonia.

21 aprile 1938

Venerdì Santo. Professione perpetua.

Maggio 1938

Velazione.

31 dicembre 1938

Lascia il Carmelo di Colonia per il Carmelo di Echt in Olanda.

26 marzo 1939

Domenica di Passione; si offre a Dio come vittima di espiazione.

9 giugno 1939

Scrive il suo Testamento spirituale.

4 agosto 1939

Offerta al S. Cuore.

1940

Occupazione tedesca dell'Olanda. Anche la sorella Rosa ha raggiunto Echt.

1941

Dopo un lavoro dedicato a Dionigi l’Areopagita, Vie della conoscenza di Dio, intraprende la stesura della Scienza della Croce, dedicata alla dottrina di S. Giovanni della Croce e destinata a rimanere incompiuta a causa della sua deportazione e morte.

Dicembre 1941

Primi tentativi per ottenere la possibilità, per Edith e per la sorella Rosa di riparare nel Carmelo svizzero di Le Pâquier.

Metà luglio 1942

In Olanda, intensificazione degli arresti e della deportazione di ebrei.

26 luglio 1942

In una lettera pastorale che viene letta in tutte le chiese cattoliche i vescovi del paese denunciano e condannano la persecuzione di cui sono vittime gli ebrei da parte delle autorità tedesche di occupazione.

2 agosto 1942

Ondata di arresti degli ebrei cattolici in Olanda. Edith Stein e la sorella Rosa vengono prelevate dalle SS al Carmelo di Echt e condotte prima al campo di Amersfoort e poi a quello di Westerbork.

7 agosto 1942

I prigionieri vengono inviati per ferrovia a! campo di Auschwitz-Birkenau, dove arrivano il giorno 8.

9 agosto 1942

Data presunta della morte di Edith Stein, nelle camere a gas del campo.

4 gennaio 1962

II cardinal Frings di Colonia apre i lavori del processo di beatificazione.

7 settembre 1972

Si aprono a Roma i lavori del processo di beatificazione

1° maggio 1987

Suor Teresa Benedetta della Croce viene dichiarata beata, a Colonia, da Giovanni Paolo II, durante il suo viaggio in Germania.

11 ottobre 1998

Canonizzazione della beata Teresa Benedetta della Croce in San Pietro a Roma.





Nessun commento:

Posta un commento

BENVENUTO|

Il Paradiso non può attendere: dobbiamo già cercare il nostro Cielo qui sulla terra! Questo blog tratterà di argomenti spirituali e testimonianze, con uno sguardo rivolto al Carmelo ed ai suoi Santi