AFORISMA

Meglio aggiungere vita ai giorni, che non giorni alla vita
(Rita Levi Montalcini)

EDIZIONI PER VOI

Edizioni per voi: da leggere direttamente.
Alla destra della home-page, potrete sfogliare:
IL PAESE DI FANTASIA, fiaba in versione digitale (E-book)
e le sillogi poetiche:
DANZANDO IN PUNTA DI PENNA (tra versi poetici)
ILLUSIONI
PATCHWORD (ritagli di strofe)
Basta cliccare sulla copertina, e si aprirà il libro digitale
Buona lettura!
Oltre a questi e-book, l'autrice Danila Oppio ha pubblicato altri libri, la cui copertina è visibile sempre alla destra della home-page.

Avviso:
la grafica è stata modificata, poiché la precedente era obsoleta, ma il blog e l'amministratore restano gli stessi!

Nostra Signora del Carmelo

Nostra Signora del Carmelo
colei che ci ha donato lo scapolare

sabato 16 giugno 2012

SIRIA E SAMIR











"Ali è agli arresti. È una bugia. Non ci sono arresti in Siria. Una lingua non ha un nome per quello che accade nelle prigioni siriane. Le esperienze di migliaia di donne e di uomini siriani non possono essere comprese."
Questa frase, oltre alla notizia che i bambini siriani vengono regolarmente usati come scudo umano dall’esercito di Bashar Hafez al Assad, mi ha fatto ricordare qualcosa.
Palmyra. L’oasi nel deserto siriano. Una tribù di beduini con i cammelli, Angela Fabbri direbbe dromedari, in effetti lo erano. Un bambino di 7 anni, ma non gliene davo più di quattro. Bellissimo, capelli neri e occhi verdi, grandi e sgranati a fissarmi con adorazione. Scherzando, ho detto al fratello più grande: “me lo dai? Lo voglio adottare, è meraviglioso”.
Mi ha risposto; “”Prendilo, portalo in Italia”. Credevo scherzasse. Controbattei: “Ma mamma e papà pensi che lo darebbero via?”. “Si”. Mi rispose, e mi mise la mano del piccolo nella mia.” Portalo via con te”. Fosse stato facile, lo avrei preso e me lo sarei portato a casa, ma il piccolo non era un gatto né un cane, neppure un cammello. Sorrisi, e a malincuore lo lasciai alla sua tribù. Ora mi chiedo: “Lo avranno usato come scudo umano?” Avrebbe 13 anni, come quei ragazzini che sono morti. I suoi occhi sono ancora persi nei miei. Spero siano ancora lì,  quegli occhi, a guardare le palme dell’oasi e i bianchi dromedari bardati con variopinte sellerie tessute a mano.

Se fosse stato facile adottarlo, ora sarebbe al sicuro, il piccolo Samir.
Foto da Immagini google. Il bambino fotografato non è Samir, anche se gli assomiglia molto
Danila Oppio

Nessun commento:

Posta un commento

BENVENUTO|

Il Paradiso non può attendere: dobbiamo già cercare il nostro Cielo qui sulla terra! Questo blog tratterà di argomenti spirituali e testimonianze, con uno sguardo rivolto al Carmelo ed ai suoi Santi