AFORISMA

Meglio aggiungere vita ai giorni, che non giorni alla vita
(Rita Levi Montalcini)

EDIZIONI PER VOI

Edizioni per voi: da leggere direttamente.
Alla destra della home-page, potrete sfogliare:
IL PAESE DI FANTASIA, fiaba in versione digitale (E-book)
e le sillogi poetiche:
DANZANDO IN PUNTA DI PENNA (tra versi poetici)
ILLUSIONI
PATCHWORD (ritagli di strofe)
Basta cliccare sulla copertina, e si aprirà il libro digitale
Buona lettura!
Oltre a questi e-book, l'autrice Danila Oppio ha pubblicato altri libri, la cui copertina è visibile sempre alla destra della home-page.

Avviso:
la grafica è stata modificata, poiché la precedente era obsoleta, ma il blog e l'amministratore restano gli stessi!

Nostra Signora del Carmelo

Nostra Signora del Carmelo
colei che ci ha donato lo scapolare

venerdì 25 marzo 2011

LEGGI SOLO SE HAI TEMPO DA DEDICARE A DIO



Signore, quando ho ricevuto questa lettera, ho pensato...Non ho tempo per queste cose...E, non è opportuno durante il lavoro. Poi mi sono reso conto che questo modo di pensare è esattamente ciò che ha causato 

molti problemi nel nostro mondo, oggi. Cerchiamo di confinare il Signore per la Domenica, nella nostra Chiesa..

..Forse, la Domenica sera...E, nell'eventualità molto improbabile, di una funzione inter-settimanale. 
Però ci piace averLo intorno quando ci sono malattie...E naturalmente durante i funerali. Comunque, non abbiamo tempo o spazio per Lui durante il tempo del lavoro o di svago... Perché quelle cose fanno parte della nostra vita, dove noi pensiamo che possiamo, e dobbiamo farcela da soli. Possa, il Signore, perdonarmi per aver potuto pensare... che...c'è un tempo o luogo dove... LUI non deve essere al PRIMO posto nella mia vita. Dobbiamo avere il tempo di ricordare tutti ciò che LUI ha fatto per noi.  Gesù:disse: 'Se ti vergogni di me, Io mi vergognerò di te davanti al Padre mio.' 
Non ti vergogni? Fai leggere questo testo solo se PENSI VERAMENTE  A LUI!! Si, io amo il Signore.LUI è la sorgente della mia esistenza e mio Salvatore. Posso far fronte a tutte le difficoltà perché Cristo me ne da la forza.(Filippesi 4,13) 

IL POEMA 
Mi inginocchiai ma non a lungo, avevo troppo da fare. Dovevo fare in fretta, il lavoro, le bollette da pagare. Cosi mi inginocchiai e dissi una preghiera veloce, e velocemente mi rialzai. Avevo adempito al mio dovere di Cristiano. La mia anima poteva riposare in pace. Durante tutta la giornata non avevo tempo per dire una parola gioiosa. Non avevo tempo per parlare di Cristo agli amici, Mi avrebbero deriso, temevo. Non avevo tempo, non avevo tempo, avevo troppo da fare. Questo era il mio grido costante, Non avevo tempo da dare a persone bisognose. Ma alla fine venne il tempo, il tempo di morire.
Andai davanti a Dio che restò con gli occhi bassi. Nelle mani di Dio un libro; era il libro della vita. Dio guardò il suo libro e disse:'Non trovo il tuo nome. Una volta fui tentato di scriverlo... Ma mai trovai il tempo per farlo.
Ora hai tempo di leggere? Bada bene di arrivare in fondo al testo. 
Facile contro Difficile: 
Perché è cosi difficile dire la verità mentre mentire è cosi facile? Perché ci sentiamo assonnati mentre stiamo in chiesa e appena usciti siamo cosi desti? Perché è cosi difficile parlare di Dio mentre è cosi facile parlare di cose scabrose? Perché è cosi noioso leggere una rivista Cristiana mentre è cosi facile leggere robaccia? Perché è cosi facile cancellare una e-mail che parla di Dio, mentre inoltriamo quelle cattive? Perché le chiese diventano sempre meno mentre i pub e ritrovi notturni diventano sempre più numerosi? 

La RUOTA DELLA PREGHIERA 
Vediamo se satana riesce a fermare questa! La ruota consiste nel suggerire ad altri  di dire una preghiera ...Tutto qui.....Niente altro.....Ed è cosi potente......Ti prego, non fermare la ruota...Fra tutti i doni che possiamo ricevere, la Preghiera è il migliore...Non ci sono costi ma splendide ricompense.... DIO TI BENEDICA! Che il Signore ti protegga e ti benedica.


C'era una volta un uomo di nome George Thomas, era pastore protestante e viveva in un piccolo paese.Una mattina della Domenica di Pasqua stava recandosi in Chiesa, portando con se una gabbia arrugginita. La sistemò vicino al pulpito. La gente era alquanto scioccata. Come risposta alla motivazione, il pastore cominciò a parlare: 'Ieri stavo passeggiando quando vidi un ragazzo con questa gabbia. Nella gabbia c'erano tre uccellini, tremavano dal freddo e per lo spavento. Fermai il ragazzo e gli chiesi: 'Cos'hai lì figliolo?' 'Tre vecchi uccelli fu la risposta. 'Cosa farai di loro?' chiesi, 'Li porto a casa e mi divertirò con loro, ripose il ragazzo.'Li stuzzicherò gli strapperò le piume cosi litigheranno. Mi divertirò tantissimo. 'Ma presto o tardi ti stancherai di loro. Allora cosa farai?' 'Oh, ho dei gatti disse il ragazzo. A loro piacciono gli uccelli, li darò a loro. Il pastore rimase in silenzio per un momento.'Quanto vuoi per questi uccelli, figliolo?' 'Cosa??!!! Perché mai li vuoi, signore, sono uccelli di campo, niente di speciale. Non cantano. Non sono nemmeno belli!' 'Quanto?''chiese di nuovo il pastore. Pensando fosse pazzo il ragazzo disse, '10 dollari!' Il pastore prese 10 dollari dalla sua tasca e li mise in mano al ragazzo. Come un fulmine il ragazzo sparì. Il pastore prese la gabbia e con delicatezza andò in un campo dove c'erano alberi ed erba. Apri la gabbia e con gentilezza lasciò liberi gli uccellini. Cosi si spiega il motivo per la gabbia vuota accanto al pulpito. 
Poi iniziò a raccontare questa storia: 

Un giorno Satana e Gesù stavano conversando. Satana era appena ritornato dal Giardino di Eden, era borioso e si gonfiava di superbia. 'Si, Signore, ho appena catturato l'intera umanità. Ho usato una trappola che sapevo non avrebbe trovato resistenza, ho usato un'esca che sapevo ottima. Li ho presi tutti!' 'Cosa farai con loro?' chiese Gesù. Satana rispose, 'Oh, mi divertirò con loro!. Insegnerò loro come sposarsi e divorziare, come odiare e farsi male a vicenda, come bere e drogarsi e bestemmiare. Gli insegnerò a fabbricare armi da guerra, fucili e bombe e ad ammazzarsi fra di loro. Mi divertirò un mondo!' 'E poi, quando avrai finito di giocare con loro, cosa ne farai?', chiese Gesù.'Oh, li ucciderò, esclamò satana con superbia.'Quanto vuoi per loro?' chiese Gesù? 'Ma va, non la vuoi questa gente. Non sono per niente buoni, sono cattivi. Li prenderai e ti odieranno. Ti sputeranno addosso, ti bestemmieranno e ti uccideranno.No, non puoi volerli!!' 'Quanto?' chiese di nuovo Gesù. Satana sogghignando disse: 'Tutto il tuo sangue, tutti le tue lacrime e la tua vita.'Gesù disse: 'AFFARE FATTO'! E poi pagò il prezzo. 
Il pastore prese la gabbia e lasciò il pulpito. 
N.B.Non è strano come la gente possa scartare Dio e poi chiedersi come mai il mondo sta andando a rotoli? Non è strano che alcune persone possono dire 'Io credo in Dio' ma ciò nonostante seguire Satana (che, guarda caso, anche lui 'crede' in Dio). Non è strano che io possa avere più paura dell'opinione che hanno gli altri su di me di quella che ha il Signore? No, è strano!! Perché io non  ho paura dell'opinione altrui, se si tratta di proclamare la mia fede in Gesù Cristo nostro Signore Dio!!! 

Nessun commento:

Posta un commento

BENVENUTO|

Il Paradiso non può attendere: dobbiamo già cercare il nostro Cielo qui sulla terra! Questo blog tratterà di argomenti spirituali e testimonianze, con uno sguardo rivolto al Carmelo ed ai suoi Santi