AFORISMA

Meglio aggiungere vita ai giorni, che non giorni alla vita
(Rita Levi Montalcini)

EDIZIONI PER VOI

Edizioni per voi: da leggere direttamente.
Alla destra della home-page, potrete sfogliare:
IL PAESE DI FANTASIA, fiaba in versione digitale (E-book)
e le sillogi poetiche:
DANZANDO IN PUNTA DI PENNA (tra versi poetici)
ILLUSIONI
PATCHWORD (ritagli di strofe)
Basta cliccare sulla copertina, e si aprirà il libro digitale
Buona lettura!
Oltre a questi e-book, l'autrice Danila Oppio ha pubblicato altri libri, la cui copertina è visibile sempre alla destra della home-page.

Avviso:
la grafica è stata modificata, poiché la precedente era obsoleta, ma il blog e l'amministratore restano gli stessi!

Nostra Signora del Carmelo

Nostra Signora del Carmelo
colei che ci ha donato lo scapolare

domenica 11 luglio 2010

ATTENDENDO LA FESTA DELLA MADONNA DEL CARMINE


A cinque giorni dalla Celebrazione della Festa della Madonna del Carmine, Regina del Carmelo, voglio donare un'immagine con didascalia poetica, di un quadro che si trova presso il Monastero Carmelitano di Milano, ricevuta a mia volta da Padre Nicola Galeno.
Aggiungo una riflessione sorta da accadimenti recenti. Penso che ogni essere spirituale abbia il suo modo di concepire la Fede, attraverso una precisa scelta dovuta ad incontri, esperienze, cammini differenziati. Credo che i Francescani abbiano un loro particolare carisma, così come altre comunità religiose. Gli stessi Carmelitani, pur avendo la loro Regola di Vita, la guida dei loro fondatori Santa Teresa d'Avila e San Giovanni della Croce, e dei vari santi e sante carmelitane che hanno tracciato o perfezionato un certo cammino, nel loro interno lascino emergere carismi propri. Mi spiego meglio: esiste una ragione unica, affinché una creatura decida di scegliere un Ordine piuttosto che un altro, e sono gli insegnamenti ed i carismi propri, in questo caso, dell'Ordine dei " Fratelli della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo". Resta però il rispetto del singolo individuo, dei suoi particolari talenti e carismi, per cui anche dentro il Carmelo, ogni suo membro, sia esso religioso, religiosa, o laico, può elaborare personalmente un modo proprio per diffondere l'Amore per la Mamma Celeste, per il Suo Figlio e per il Padre. Inoltre, pur venerando tutti i Santi Carmelitani, è possibile che ogni singola persona abbia una simpatia per un Santo in particolare. Per quanto mi riguarda, ammiro tutti senza riserve, ma se devo dare un merito a qualcuno di loro, questo va a Santa Teresina del Bambino Gesù perché, e non mi stancherò mai di testimoniarlo, è stata lei ad attirarmi al Carmelo, con quella sua bellissima espressione: "Nel cuore della Chiesa, mia Madre, io sarò l'Amore", e attraverso queste parole, da allora mi ha colmato di favori, quei fiori che lei dal Giardino del Cielo, versa sulla Terra!
Tornando ai vari modi di fare apostolato, li apprezzo tutti, perché se un metodo serve a colpire l'anima di una persona in cerca di Dio, magari non funziona con un'altra anima, che ha bisogno di altro. Per questo ritengo che il metodo di Padre Nicola, un metodo semplice, che raggiunge ogni livello di spiritualità, sia valido ed essenziale. Abbinando un'immagine sacra - opera d'arte e che come ogni forma artistica, è il modo che più avvicina la creatura, insieme alla preghiera, al Creatore - ad una didascalia poetica, seppur breve, che faccia risaltare quanto il pittore o lo scultore voleva rappresentare, aiuta il lettore ad interiorizzare il messaggio ivi racchiuso.
Ci sono Padri che invece tengono conferenze di alta spiritualità e cultura, e queste conferenze sono accolte positivamente da coloro che un certo cammino l'hanno già intrapreso, a livello spirituale, e quindi desiderano saziare la loro conoscenza in modo più impegnato, per esempio sui testi biblici (Lectio Divina) o sui testi delle Opere dei Santi. Ci sono oratori che adattano le Scritture e le Vite dei grandi santi, alla comprensione intellettiva dei bambini o dei ragazzi......insomma, ad ognuno il suo stile, il suo carisma, i suoi talenti!!! Dio ha fatto l'uomo a sua immagine e somiglianza, ma l'ha fatto anche unico ed irripetibile, quindi ogni appartenente ad un Ordine non è stampato con un cliché per cui ci si debba aspettare da ognuno lo stesso stile, le stesse parole, lo stesso modo di presentare la spiritualità e la fede. Il cammino resta sempre e comunque diverso: le esperienze incontrate nella vita possono aver fatto maturare in modo differente ogni singolo individuo, e ogni testimonianza di Fede rimane singola proprietà dell'essere che l'ha vissuta.
Ho parlato dei Padri, ma questo discorso vale anche per le Monache, le Suore, i Sacerdoti diocesani, per tutti gli Ordini e Congregazioni, e anche per i Laici, siano essi consacrati che pienamente inseriti nel mondo lavorativo, familiare, ecc.
I vari carismi insiti nel Carmelo - ovvio che mi riferisco ad un'Ordine al quale sono particolarmente legata, facendone pienamente parte - mi sono serviti per una crescita a più ampio raggio: ciò che mi ha donato Tizio, è stato arricchito da quanto mi ha offerto Caio - e badate bene, anche nella sofferenza, nel dolore, nell'incomprensione, perché anche la negatività di una creatura aiuta a farci crescere, facendoci comprendere che nella vita il Signore ci chiede anche di offrire i nostri patimenti, il nostro perdono incondizionato, la nostra umiltà che tutto accetta, anche gli schiaffi morali - e completato da quanto Sempronio ha aggiunto di suo.
Tutto porta ad un arricchimento della conoscenza teologica, ma anche di quella umana, e tutto aiuta ad  avvicinarci  al Signore.
Sono i superbi, i boriosi, i saccenti a credere di essere i soli ad avere in mano la Sapienza e la Conoscenza. Gli umili d'animo non  gridano ai quattro venti quanto è dato loro di sapere, di conoscere. Di norma, dicono sempre di non essere all'altezza di altri, e chiedono umilmente agli ascoltatori o ai lettori, di accontentarsi del loro poco sapere. Quanto insegna in proposito Santa Teresa d'Avila!! Lei che in ogni sua Opera dice di non saper spiegarsi bene, di faticare a scrivere e di averlo fatto solo perché glielo è stato chiesto espressamente!! Eppure quanta Scienza spirituale nei suoi scritti!
In questo periodo di Novena per la Festa del Carmine, cerco di riflettere sugli insegnamenti di coloro che mi hanno preceduto nel cammino verso il Signore, e che dalla loro esperienza possono condurci a Lui. Sono riflessioni estemporanee, in fondo tutto è già stato detto da Gesù, che è Parola di Dio, e dai Suoi Santi, che tanto l'hanno amato. Ma da creatura, desidero dire al mio Creatore tutto il mio amore per la Sua Santa Madre e per il "mio" Carmelo!!

Nessun commento:

Posta un commento

BENVENUTO|

Il Paradiso non può attendere: dobbiamo già cercare il nostro Cielo qui sulla terra! Questo blog tratterà di argomenti spirituali e testimonianze, con uno sguardo rivolto al Carmelo ed ai suoi Santi