AFORISMA

Meglio aggiungere vita ai giorni, che non giorni alla vita
(Rita Levi Montalcini)

EDIZIONI PER VOI

Edizioni per voi: da leggere direttamente.
Alla destra della home-page, potrete sfogliare:
IL PAESE DI FANTASIA, fiaba in versione digitale (E-book)
e le sillogi poetiche:
DANZANDO IN PUNTA DI PENNA (tra versi poetici)
ILLUSIONI
PATCHWORD (ritagli di strofe)
Basta cliccare sulla copertina, e si aprirà il libro digitale
Buona lettura!
Oltre a questi e-book, l'autrice Danila Oppio ha pubblicato altri libri, la cui copertina è visibile sempre alla destra della home-page.

Avviso:
la grafica è stata modificata, poiché la precedente era obsoleta, ma il blog e l'amministratore restano gli stessi!

Nostra Signora del Carmelo

Nostra Signora del Carmelo
colei che ci ha donato lo scapolare

sabato 19 luglio 2014

Antologia Lune di Poesia


Autori Vari
Titolo: Lunedì Poesia
Editore: L’ArgoLibro
Anno di pubblicazione: 2014
Numero pagine: 88
Disegni originali di Rossana Fresenga
Introduzione di Giulia Stefanini
Copertina: a colori, cartoncino brossurato
Formato: 14,5x21
Progetto grafico: MITO graficamito@gmail.com
Codice ISBN 978-88-98558-28-5
Prezzo di copertina euro 12,00
Spese di spedizione euro 3,63 (raccomandata postale)
Per info e ordini: 
largolibro@gmail.com 

Continua con grande successo il concorso per poesie “Lune Poesia”, che offre grande visibilità – e quindi possibilità di condivisione  – sia on line che sul cartaceo. La formula scelta dall’Associazione “Gli Occhi di Argo” stimola gli artisti e tutti i lettori a “far rete” per uno scambio sempre più proficuo e coinvolgente.
L’arte chiusa in se stessa diventa inevitabilmente ripetitiva e quindi sterile, prima o poi. C’è bisogno, invece, di “reciproca contaminazione”, che può nascere solo da un’attenzione sincera all’opera altrui. Con questo spirito di fondo, il concorso “Lune Poesia” (sempre attivo, trovate il bandocliccando qui) da oltre due anni è un punto di riferimento costante nel tempo per chi non cerca vetrine auto-referenziali ma, al contrario, autentiche occasioni di incontro.
L’introduzione di Giulia Stefanini e i disegni di Rossana Fresenga si accostano alle recensioni critiche scritte ad hoc per ogni componimento e impreziosiscono ulteriormente un’opera collettiva sempre aperta a nuove considerazioni e condivisioni attraverso gli indirizzi e-mail, affinché nel tempo il progetto trovi sempre nuovi riscontri.
La seconda uscita antologica (qui trovate tutte le info sulla prima uscita) contiene trentanove componimenti di venticinque artisti: arte da leggere, rileggere, condividere.
Ecco l’elenco degli autori e delle opere inserite.

- Francesca Soriani: “Black out”;
- Marise Gallo: “Giochi di volti”;
- Piero Santamaria: “Quel che rimane”; “L’ultimo sole”; “Amanti”; “Nuovi giorni”;
- Enrico Barigazzi: “Non dimenticare il vecchio Buk”; “Geisha”; “Assenzio”;
- Angela Ambrosini: “in piedi sulla riva”;
- Elisabetta Mattioli: “Anche io”; “Non dimenticare di spogliarti”;
- Giovanni De Simone: “Sogni”;
- Monica Fiorentino: “Il cielo sopra la guerra”; “P.S. Ti amo”; “Angeli senza memoria”; da “La cicogna dalle calze rosse”; “White rose”; da “La cicogna dalle calze rosse”;
 - Mariazzurra Lai: “Donna Notte”;
 - Amalia Leo: “Violenza”;
- Milena Esposito: “Se piuma fosse”;
 - Giulia Stefanini: “Rifugio”;
 - Danila Oppio: “Vela latina”;
 - Giuseppe Milite: “L’isola dei conigli”; “Tristezza”;
- Giovanni Montini: “Eva”; “Ombra”; “Multiverso”;
- Elisa Rigonelli: “Terre lontane”;
- Giacomo Ferrari: “La morte della luna”;
 - Gerardo Masuccio: “Dinanzi al Colosseo”;
 - Sandra Ludovici: “La nave spazioale”; “Nell’ombra”;
 - Luisa Barana: “(sola mi capita di camminare)”;
- Maria Teresa Sacco: “Ventilano le foglie”;
- Francesco Sicilia: “L’amore cura”;
- Liliana Amenta: “Sotto lo stesso cielo”;
- Milica Vukivecic: “Schizofrenia”;
- Antonio Ciervo: “Frammenti di pensieri”.


La poesia di Danila Oppio che fa parte dell'antologia è la seguente:





Vela latina


Ho accarezzato il cuore l' anima il viso
Tutto quanto di più sensibile
Ti appartiene, da ambigue lontananze
Eteree immense eppur attigue

Ormeggiata la mia barca al porto
Paventando tempeste e marosi
Rinuncio a intraprendere
Itinerari sconosciuti e avventurosi

Al richiamo del rabbioso vento
A questa mia imbarcazione
La direzione all’istante inverto
Prendendo con audacia il largo

Issata la vela latina, mi abbandono
In quella ricerca di cosa non so
Ma che almeno mi porti lontano
Dall’immensa profonda solitudine
Che i miei giorni avversa








2 commenti:

  1. salve sarei interessato all'acquisto se il blog è ancora in piedi

    RispondiElimina
  2. Si rivolga a LargoLibro Editore, di Agropoli, e potrà ordinare l'antologia presso di lui.

    RispondiElimina

BENVENUTO|

Il Paradiso non può attendere: dobbiamo già cercare il nostro Cielo qui sulla terra! Questo blog tratterà di argomenti spirituali e testimonianze, con uno sguardo rivolto al Carmelo ed ai suoi Santi