AFORISMA

Meglio aggiungere vita ai giorni, che non giorni alla vita
(Rita Levi Montalcini)

EDIZIONI PER VOI

Edizioni per voi: da leggere direttamente.
Alla destra della home-page, potrete sfogliare:
IL PAESE DI FANTASIA, fiaba in versione digitale (E-book)
e le sillogi poetiche:
DANZANDO IN PUNTA DI PENNA (tra versi poetici)
ILLUSIONI
PATCHWORD (ritagli di strofe)
Basta cliccare sulla copertina, e si aprirà il libro digitale
Buona lettura!
Oltre a questi e-book, l'autrice Danila Oppio ha pubblicato altri libri, la cui copertina è visibile sempre alla destra della home-page.

Avviso:
la grafica è stata modificata, poiché la precedente era obsoleta, ma il blog e l'amministratore restano gli stessi!

Nostra Signora del Carmelo

Nostra Signora del Carmelo
colei che ci ha donato lo scapolare

lunedì 12 aprile 2010

MESE DI MAGGIO - MESE DI MARIA

Mese di Maggio
Mese delle Rose
Mese delle Spose!

E chi è la più bella Sposa 
di tutti i tempi? MARIA!
Madre di Dio e Madre Nostra
Sorella e Regina del Carmelo!


Ave Maria, gratia plena,
Dominus tecum
benedicta tu in mulieribus
et benedictus fructus ventris tuoi,
Jesus,
Sancta Maria,
Mater Dei,
ora pro nobis peccatoribus
nunc et in hora mortis nostrae. Amen.

L'evoluzione di questa struttura, fino alla sua definitiva ufficializzazione, con l'inserimento nel Breviario romano emanato nel 1568 da Papa Pio V, non è però stata fra le più lineari e rapide. L'Ave Maria porta il segno di tanti secoli e di tante mani che la composero un po' alla volta. Conferma il liturgista Anthony Buono: "In un certo senso, l'Ave Maria riassume tutte le preghiere pubbliche della Chiesa a Maria. Questa orazione, infatti, nella sua forma iniziale fu tra le prime utilizzate dalla Chiesa, mentre nella sua forma completa fu tra le ultime grande preghiere mariane, essendo stata composta nel secolo XV e ultimata nel XVI".

Finisce qui una parte che ho ricopiato pari pari dal testo di Padre Claudio Truzzi, Carmelitano Scalzo, il cui titolo è "L'AVE MARIA - Il saluto a Maria".edito dal Club di Autori Indipendenti.Per la stessa collana è stato pubblicato "Abbà Padre!". E' talmente completo, quale commento alle invocazioni di questa straordinaria preghiera, coinvolgente, che ve ne consiglio caldamente la lettura. Padre Claudio Truzzi ocd è stato per anni direttore responsabile di riviste dell'Ordine (il Carmelo Oggi, Pregare, il Carmelo Missionario),. E' autore di varie pubblicazioni: Storia dei Carmelitani: un monte e una Madre; Sette e movimenti religiosi; Profeti e personaggi dell'Antico Testamento, e di una collana di volumi sui Santi Carmelitani.
Se volete ordinare quest'opera o altre, scrivete a e-mail: claudio.uber@libero.it o telefonate al numero 329 9519857.
Vi chiederete se sono pagata per fare pubblicità a questo autore, e vi posso assicurare che l'autore stesso non è neppure al corrente di questo mio post. Molto semplicemente, sono rimasta colpita da come il testo dell'Ave Maria sia utile per una profonda riflessione sull'orazione mariana e come apra la mente ed il cuore al dialogo con Maria. Per motivi evidenti, non posso riportare un testo che non mi appartiene, e quindi è necessario che faccia riferimento all'autore. Se anche ne avessi ricevuto il permesso, non posso certo ricopiare tutto il libro, e quindi vi rimando alla lettura dello stesso, sperando di aver suscitato il vostro interesse!! Penso infatti che sia bello iniziare il mese di Maggio avendo sottomano una guida utile per comprendere cosa davvero stiamo chiedendo e dicendo alla Vergine Maria. Spesso si recitano le orazioni meccanicamente, senza fare mente locale al reale significato delle parole che pronunciamo: si prega con le labbra, a volte senza metterci in mezzo il cuore, la mente, l'anima!!! Oh, non è un rimprovero, capita di frequente a me e a tanti altri, compresi gli stessi sacerdoti!! L'aridità fa parte del cammino spirituale, molti grandi santi ne hanno sofferto. Santa Teresa d'Avila lo sapeva bene che spesso si fatica a pregare causa stanchezza,  e distraendosi spesso! Ciò che serve per aprirsi ad un dialogo amichevole, filiale, con la Vergine e con Suo Figlio è soffermarsi su  ogni singola parola delle preghiere che pronunciamo o recitiamo mentalmente:
AVE MARIA!!! Ti saluto, Maria, sono qui, ti sto cercando, sono davanti a te per ringraziarti del dono che ci hai fatto, in tuo Figlio, della tua disponibilità nel metterti al servizio del Signore. Ti sono grata di esserci Madre, e come tale di avere sempre una tenerezza protettiva nei nostri confronti. Cosa potrei ottenere di più grande, del fatto di essere tua figlia? Nulla!! Con Te e la Santissima Trinità ho già TUTTO, come direbbero i nostri Santi Fondatori!!! Dialogando con affetto, sarà facile  rivolgersi al Signore e alla Sua Santa Madre, e sarà l'inizio di un quotidiano piacevole colloquio con chi sappiamo ci ama come nessun altro!!
BUON MESE DI MAGGIO!!!!
(La Vergine della Confidenza - immagine e didascalia poetica, appartiene a P. Nicola Galeno, e l'ho scelta perché ritengo fondamentale entrare in confidenza con la nostra Mamma Celeste, la rosa è un dono che ho ricevuto da una carissima amica che si chiama Maria, e quindi non a caso ho scelto di ricordarla, poiché porta il nome della Vergine!)

3 commenti:

  1. Con un pò di anticipo, buon mese di Maggio anche a te:) e buona lettura ;)

    RispondiElimina
  2. Sembrerà strano che abbia scritto così in anticipo ciò che riguarda la devozione a Maria nel mese di maggio, ma sono sempre più convinta per per ogni viaggio, anche quello spirituale, occorra prepararsi per tempo!!!

    RispondiElimina
  3. errata corrige: "che per ogni viaggio"!!!

    RispondiElimina

BENVENUTO|

Il Paradiso non può attendere: dobbiamo già cercare il nostro Cielo qui sulla terra! Questo blog tratterà di argomenti spirituali e testimonianze, con uno sguardo rivolto al Carmelo ed ai suoi Santi