AFORISMA

Meglio aggiungere vita ai giorni, che non giorni alla vita
(Rita Levi Montalcini)

EDIZIONI PER VOI

Edizioni per voi: da leggere direttamente.
Alla destra della home-page, potrete sfogliare:
IL PAESE DI FANTASIA, fiaba in versione digitale (E-book)
e le sillogi poetiche:
DANZANDO IN PUNTA DI PENNA (tra versi poetici)
ILLUSIONI
PATCHWORD (ritagli di strofe)
Basta cliccare sulla copertina, e si aprirà il libro digitale
Buona lettura!
Oltre a questi e-book, l'autrice Danila Oppio ha pubblicato altri libri, la cui copertina è visibile sempre alla destra della home-page.

Avviso:
la grafica è stata modificata, poiché la precedente era obsoleta, ma il blog e l'amministratore restano gli stessi!

Nostra Signora del Carmelo

Nostra Signora del Carmelo
colei che ci ha donato lo scapolare

domenica 21 giugno 2015

Davanti alla Sindone con Papa Francesco




Nel videomessaggio per l'ostensione televisiva del 2013, Papa Bergoglio aveva detto: «Il nostro non è un semplice osservare, ma è un venerare, è uno sguardo di preghiera. Direi di più: è un lasciarsi guardare. Questo Volto ha gli occhi chiusi, è il volto di un defunto, eppure misteriosamente ci guarda, e nel silenzio ci parla. Come è possibile? Come mai il popolo fedele, come voi, vuole fermarsi davanti a questa Icona di un Uomo flagellato e crocifisso? Perché l'Uomo della Sindone ci invita a contemplare Gesù di Nazaret. Questa immagine – impressa nel telo – parla al nostro cuore e ci spinge a salire il Monte del Calvario, a guardare al legno della Croce, a immergerci nel silenzio eloquente dell'amore».  

DAVANTI ALLA SINDONE CON PAPA FRANCESCO

(Parafrasi del suo video-messaggio del 2013)

Il nostro non è un semplice osservare,
ma un venerar ed uno sguardo orante.
Aggiungerei: un lasciarsi guardare.
Sono di questo Volto gli occhi chiusi.
Quantunque sia il Volto d’un defunto,
ci sa guardare misteriosamente
e come nel silenzio sa parlarci!
Com’è possibil ciò? Perché la gente
fedele come voi si vuol fermare
dinanzi a quest’icona di Colui,
che venne flagellato e crocifisso?
E’ l’Uomo della Sindone che invita
a contemplar il Gesù nazareno.
Sa quest’immagine impressa nel telo
parlar al nostro cor per invogliarci
a salire sul Monte del Calvario,
fissando il santo legno della Croce
per sprofondarci tutti pienamente
nel silenzio eloquente dell’Amore.

 (Ferrara 21-6-2015), Padre Nicola Galeno

Nessun commento:

Posta un commento

BENVENUTO|

Il Paradiso non può attendere: dobbiamo già cercare il nostro Cielo qui sulla terra! Questo blog tratterà di argomenti spirituali e testimonianze, con uno sguardo rivolto al Carmelo ed ai suoi Santi